keyboard_arrow_up

Reazione a catena, le Sibille fermano Marco Liorni: ’Non abbiamo fatto il grido’

Pubblicato il 10 Agosto 2021 alle 21:25

Arrivano a Reazione a Catena gli Stop and Go che sfidano le campionesse Sibille.

Reazione a catena, le Sibille fermano Marco Liorni: ’Non abbiamo fatto il grido’

Proseguono i giochi di Reazione a catena. La puntata di martedì 10 agosto è stata caratterizzata dalla lotta tra le Sibille, gruppo femminile composto da Sara, Giovanna e Valentina, e tra gli Stop and Go, composto da Emiliano, Federico e Daniele. Non sono mancati balli, risate, emozioni e tantissima suspense. Alla fine, però, solamente un gruppo è riuscito a guadagnarsi le chiavi d’accesso alla fase finale del game show di Rai 1.

Reazione a catena, sfida tra Stop and Go e le Sibille

Al gioco della Zot, la parola da individuare aveva in comune tè e tg. In pochi secondi di tempo, Emiliano degli Stop and Go si è esposto proponendo ’Sera’: tg della sera e il tè della sera. Purtroppo la parola giusta era Servizio! A causa di questo errore, all’Intesa Vincente, gli Stop and Go sono partiti svantaggiati con cinque secondi di tempo in meno rispetto alle avversarie. Nonostante questo handicap temporale, i tre signori hanno cercato di mantenere alta la concentrazione pur di riuscire a prendere più parole possibili.

Ogni parola indovinata, lo ricordiamo, permette di incrementare il montepremi di mille euro. Purtroppo nel corso del gioco Emiliano, Federico e Daniele hanno dimostrato una scarsa intesa, sbagliando parecchie volte e riuscendo a prendere solamente tre parole. Marco Liorni ha applaudito gli sfidanti rivelando che per molto tempo si sono allenati a distanza attraverso internet. Ad ogni modo, le Sibille sono riuscite a fare di meglio acchiappando la bellezza di otto parole.

Reazione a catena, le Sibille ancora campionesse senza portafoglio

Dopo aver salutato gli Stop and Go, il conduttore di Reazione a Catena si è dedicato alle campionesse del momento. Le Sibille sono riuscite ad innalzare notevolmente il loro montepremi arrivando alla strepitosa cifra di 122 mila euro in gettoni d’oro. Le ragazze , poco prima di partire con l’ultima parte del gioco, hanno fermato Marco Liorni: ’Non abbiamo fatto il grido’. Il conduttore ha così offerto loro la possibilità di lanciare il loro ’slogan’ di battaglia.

Alla fine tale montepremi si è ridotto a 7.014 euro. Per svelare il terzo elemento, Sara, Giovanna e Valentina hanno rinunciato alla metà dei soldi, portandosi a 3.507 euro. Tra Città e Tiro, le Sibille si sono confrontate per cercare di capire la parola vincente. Nonostante fossero un po’ insicure, le tre ragazze si sono buttate su Capitale. Amara è stata la scoperta che la parola vincente non era affatto Capitale bensì Campanile. Sfumano 3.507 euro, ma le Sibille ci riproveranno.