keyboard_arrow_up

Quarto Grado, anticipazioni: gli argomenti della puntata di venerdì 3 dicembre 2021

Pubblicato il 2 Dicembre 2021 alle 16:40

Scopriamo gli argomenti della nuova puntata di Quarto Grado in onda venerdì 3 dicembre 2021 come sempre in prima serata su Rete 4.

Quarto Grado, anticipazioni: gli argomenti della puntata di venerdì 3 dicembre 2021

Venerdì 3 dicembre 2021 torna l’appuntamento con Quarto Grado come sempre in prima serata su Rete 4. I conduttori Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero torneranno a parlare di alcuni temi di stretta attualità - come sempre a partire dalle ore 21.25 - avvalendosi anche dell’aiuto degli ospiti presenti in studio.

Il programma di informazione di casa Mediaset permetterà a tutti i telespettatori di seguire le vicende di cronaca più discusse di questo periodo scoprendo qualcosa di nuovo grazie alle ultime notizie. Con le nuove informazioni riferite da Quarto Grado, il pubblico a casa otterrà quindi interessanti spunti per riflettere e comprendere meglio temi al centro del dibattito nell’ultimo periodo.

Quarto Grado, anticipazioni 3 Dicembre 2021: spazio al caso di Nadia Cella

Nel corso di questa nuova puntata di Quarto Grado, si tornerà a parlare del caso di Nadia Cella riprendendo quanto detto nel corso delle puntate precedenti. Il programma a cura di Siria Magri anche questa settimana aprirà tornando su questo terribile caso che, a distanza di anni, continua a far discutere.

Al centro della puntata infatti ci sarà la questione di Nada Cella, 24enne uccisa a Chiavari il 6 maggio 1996, all’interno dello studio del commercialista Marco Soracco. Il caso è ancora oggi molto intricato e non paiono esserci certezze in merito a questo terribile omicidio.

I dubbi degli inquirenti sono ancora numerosi, infatti le forze dell’ordine non sanno se l’assassino è stato coperto da qualcuno o meno. A far discutere sono poi le omissioni che la nuova indagata continua a portare avanti nel corso dei diversi interrogatori.

La vicenda di Roberta Ragusa

A Quarto Grado ci sarà anche modo di parlare di un altro caso molto discusso dalla stampa in questo ultimo periodo. La vicenda di Roberta Ragusa, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012, continua ad essere al centro della cronaca a causa di alcune novità. La donna da quel momento non è mai più stata vista.

Ad essere condannato dalla Cassazione è stato il marito Antonio Logli, condannato a 20 anni di carcere con l’accusa di aver ucciso la moglie e successivamente distrutto anche il suo cadavere. L’uomo però continua a professarsi innocente e dal carcere ha scritto una lunga relazione formata da 22 punti per contestare la sentenza di quanto deciso dalla Cassazione.