keyboard_arrow_up

Nero a metà 3, Claudio Amendola: «Per Carlo ci sarà un ritorno di fiamma»

Pubblicato il 29 Marzo 2022 alle 16:04

In attesa di vedere in tv la prima puntata di Nero a metà 3, Claudio Amendola ha sganciato un’anticipazione molto interessante sul suo personaggio.

Nero a metà 3, Claudio Amendola: «Per Carlo ci sarà un ritorno di fiamma»

Nero a metà 3 sta per tornare in televisione e l’attore Claudio Amendola, che nella serie veste i panni di Carlo Guerrieri, ha lanciato qualche piccola anticipazione. Il suo personaggio, che nell’ultima stagione aveva chiuso con l’amore, vivrà un «ritorno di fiamma».

Nero a metà: parla Claudio Amendola

Lunedì 4 aprile 2022 torna su Rai1 Nero a metà 3, fiction con protagonista Claudio Amendola. In attesa del debutto della terza stagione, l’attore protagonista ha rilasciato un’intervista molto interessante al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni. Il suo personaggio, ovvero l’affascinante Carlo Guerrieri, vivrà un vero e proprio «ritorno di fiamma».

Il secondo capitolo di Nero a metà si è concluso con l’addio di Carlo a Marta, collega per la quale aveva perso la testa e che ha causato la fine del suo matrimonio con Cristina. La domanda dei fan, quindi, sorge spontanea: chi sarà la fortunata?

«Carlo ha messo il cuore in pace, ma verrà corteggiato. Ci sarà un gioco di ‘stuzzicamenti’ con una collega della Narcotici e ci sarà pure un ritorno di fiamma», ha dichiarato Amendola.

Ovviamente, Claudio non può sbottonarsi più di tanto, ma sono molti i fan pronti a scommettere che il ritorno di fiamma vedrà coinvolta Cristina e non Marta. D’altronde, lo stesso attore romano ha ammesso che «il matrimonio lampo non è stato così lampo».

Claudio Amendola affezionato a Carlo Guerrieri

Anticipazioni di Nero a metà 3 a parte, Amendola ha sottolineato di essere molto affezionato al personaggio di Carlo Guerrieri. Lo interpreta da tre stagioni e non esclude che ce ne possa essere una quarta, quindi è normale che sia così.

«Sono molto affezionato a Carlo, mi sta dando grandi soddisfazioni. Ormai lo conosco bene, sono tre stagioni! (...) Mi piace il suo aspetto informale, il suo essere cinico e dissacrante, stufo delle regole. E allo stesso tempo mi piace la sua integrità», ha dichiarato Claudio.

Dopo 36 puntate nei panni di Guerrieri, Amendola si sente molto legato a lui, motivo che lo spingerebbe ad accettare una quarta stagione. Il destino di Nero a metà, però, è nelle mani della Rai e degli stessi telespettatori. «Siamo nelle mani della Rai, anzi la verità è che siamo nelle mani del pubblico […] Siamo pronti a inventarci qualunque altra avventura», ha concluso l’interprete di Carlo Guerrieri.