keyboard_arrow_up

Malore per Giovanni Ciacci: «Mi ha salvato Adriana Volpe»

Pubblicato il 2 Marzo 2021 alle 14:32

Periodo non proprio fortunato per Giovanni Ciacci. L’esperto di stile ha avuto un malore ed è stato salvato da Adriana Volpe: il suo racconto.

Malore per Giovanni Ciacci: «Mi ha salvato Adriana Volpe»

Giovanni Ciacci sta vivendo un periodo non proprio fortunato. Dopo aver contratto il Covid-19 e aver scoperto che la malattia gli ha lasciato segni indelebili, ha avuto un altro malore. A salvarlo è stata la collega ed amica Adriana Volpe.

Giovanni Ciacci: brutto malore

Momento poco felice per il simpatico Giovanni Ciacci. L’esperto di stile e opinionista di vari salotti televisivi ha avuto un malore. L’uomo, intervistato dal settimanale Nuovo, ha raccontato cosa gli è successo negli ultimi giorni.

Era al telefono con Adriana Volpe, conduttrice e sua collega nel programma Ogni Mattina in onda su Tv8, quando ha iniziato ad avvertire un senso di malessere. La donna si è resa conto del suo stato e gli ha subito mandato i soccorsi.

"Adriana Volpe è stata la prima a intuire che qualcosa non andava in me. Qualche giorno fa sono svenuto mentre parlavamo al telefono. Adriana ha mandato i soccorsi. Le sarò sempre grato", ha ammesso Giovanni. Ciacci era da solo nella sua casa di Milano e l’arrivo dei medici, mandati sul posto dalla Volpe, è stato provvidenziale.

Giovanni Ciacci: gli strascichi del Covid-19

Molto probabilmente, il malore che Giò Giò ha accusato negli ultimi giorni è da ricollegare alla sua positività al Covid-19 riscontrata a novembre 2020. L’esperto di stile ha avuto la malattia in modo asintomatico, ma i danni sono ben visibili ancora oggi.

Ciacci ha scoperto i segni che gli ha lasciato il Coronavirus qualche settimana fa, quando si è sottoposto alle visite di controllo per partecipare alla nuova edizione de L’Isola dei Famosi.

"Mi hanno scoperto una fibrosi polmonare e delle anomalie polmonari, una minore capacità respiratoria, scarsa forza dei muscoli respiratori e delle bruttissime cicatrici sui polmoni (…) Io ero asintomatico ed ho riportato tutte queste cose come conseguenze. Io non avevo neanche la tosse, solo un po’ di affaticamento", ha raccontato Giovanni.

A causa dei segni indelebili che il Covid-19 gli ha lasciato, Giò Giò non potrà partire per l’Honduras. Tra i vari disturbi ai polmoni, l’esperto di stile ne ha anche un altro al cervello che gli causa ’stati di assenza’ improvvisi. Questo trauma, se così possiamo chiamarlo, dovrebbe fortunatamente scomparire nel giro di 9/12 mesi.