keyboard_arrow_up

L’Eredità, Sabina sbaglia la scena: ’Se ognuno facesse il suo, non ci sarebbe improvvisazione’

Pubblicato il 4 Giugno 2021 alle 21:10

Sbaglia la scena e non indovina il mestiere, Sabina non vince il montepremi a L’Eredità

L’Eredità, Sabina sbaglia la scena: ’Se ognuno facesse il suo, non ci sarebbe improvvisazione’

La terz’ultuma puntata de L’Eredità ha arricchito il preserale del 4 giugno di molti telespettatori ed ha accolto una nuova campionessa. In questo appuntamento si è giocato per intascare la bellezza di 105 mila euro, ma purtroppo non vi è stata alcuna vittoria la concorrente ha praticamente sbagliato la ’scena’ lasciando rammaricato il conduttore.

L’Eredità, Sabina è la nuova campionessa

È durata molto poco l’avventura a L’Eredità di Alessia, che nella puntata del 3 giugno l’ha spuntata sul campione del momento Massimiliano eliminandolo definitivamente dal gioco. La ragazza, reduce da un’amara sconfitta alla Ghigliottina, ha perso al confronto con Paolo ed ha lasciato il game show. Nel salutarla, Flavio Insinna le ha fatto un grosso in bocca al lupo.

Al Triello non è mancato Paolo, il quale si è dato battaglia a colpi di domande e risposte con Fabrizio e la new entry Sabina. ’L’architetto è arrivata, ha preso le misure e poi ha affondato il colpo’ ha esordito Flavio Insinna poco prima di invitare la campionessa a mettersi le cuffie e a concentrarsi sull’ultimissima sfida.

Sabina sbaglia la ’scena’ alla Ghigliottina

Sabina è partita con il montepremi di 210 mila euro ed ha dimezzato solamente una volta, portandosi davanti alla ghiotta occasione di poter vincere la bellezza di 105 mila euro in gettoni d’oro. Le parole da accostare a quella vincente erano ’Ognuno, Attore, Padrone, Risorsa e Rubare’.

Al termine dei sessanta secondi di tempo, la neo campionessa Sabina ha affidato alla cartelletta tutte le sue speranze. L’architetto ha premesso che con ’Ognuno’ non ha avuto nessuna intuizione mentre ’Rubare’ le ha praticamente fatto accendere la lampadina. Nel girare la sua cartelletta, Sabina ha svelato al pubblico la parola ’Scena’.

Se ognuno facesse il suo, non ci sarebbe improvvisazione’ ha preso a dire Flavio Insinna, dopo essersi ritagliato del tempo per creare un po’ di suspense. Alla fine ha svelato che la parola vincente non era ’Scena’ bensì ’Mestiere’.


ARGOMENTI: L’eredità