keyboard_arrow_up

L’Eredità, Michele Ramadori perde il telefono alla Ghigliottina

Pubblicato il 26 Ottobre 2021 alle 23:29

Colpo di scena alla Ghigliottina con Michele che torna a giocare e commette uno sbaglio che non passa inosservato a Flavio Insinna.

L’Eredità, Michele Ramadori perde il telefono alla Ghigliottina

Continua a latitare la vittoria a L’Eredità, ma non lo spettacolo. Flavio Insinna è riuscito a regalare momenti di svago, cultura e relax ai suoi affezionati telespettatori che, giorno dopo giorno, continuano a rivelarsi numerosi. Nell’appuntamento di martedì 26 ottobre il pubblico ha assistito al ritorno di Michele alla Ghigliottina. Il ragazzo, nato nel 1993, ha preso un grosso abbaglio lasciando spiazzato Flavio Insinna.

Flavio Insinna a L’Eredità: ’Spero che le notaie non mi caccino’

Al gioco delle date è toccato a Cristiano rispondere ad una domanda riguardante il Napoli di Maradona che vinse la Coppa Italia nel lontanissimo 1989. Il campione stava per dire 1961, ma siccome non ha detto interamente l’anno, cambiando idea e propendendo per l’89, Flavio Insinna gliel’ha concesso.

’Va bene. Non hai pronunciato tutto l’anno. Per una volta decido io, spero che le notaie non mi caccino.’ (Flavio Insinna)

Questa volta a giocarsi un posto alla Ghigliottina, accedendo al Triello, sono stati i campioni Michele, Cristiano e la new entry Wally. Sport, Musica, Curiosità, Animali, Cucina, Letteratura e Geografia, questi erano gli argomenti delle domande. Durante una domanda riguardante il mondo dei pesci castagnola, la new entry ha perso tempo a dare la sua risposta e Flavio Insinna l’ha dovuta respingere. Alla fine il ragionamento di Wally era azzeccato, e il conduttore si è detto dispiaciuto.

’Allora... al di là che sia giusta o sbagliata non possiamo accettare la risposta perché è arrivata dopo il gong’ (Flavio a Wally)

Michele alla finale de L’Eredità dimezza tutto!

A conquistare le chiavi di accesso alla Ghigliottina è stato Michele. Dopo diversi giorni di assenza, il ragazzo è tornato a sedersi di fronte a Flavio Insinna, pronto a mettere mani sul montepremi dal valore di 230 mila euro in gettoni d’oro. Purtroppo Michele Ramadori non è riuscito a preservare l’intera cifra, anzi ha sempre dimezzato portandosi a 7188 euro. Tavolo, correre, menù, casa, piange, queste erano le cinque parole da associare a quella vincente. A Michele è venuto in mente il Piatto e ci poteva anche stare ma non si associava a tutto. Flavio Insinna ha spento le speranze del giovane campione 28enne annunciando che la parole vincente era telefono.

’Benarrivato sulla Terra e alla Ghigliottina. Telefono casa... purtroppo il piatto piange’ (Flavio Insinna)

LEGGI ANCHE:L’Eredità, Cristiano non ci mette passione e Flavio Insinna: ’C’è bisogno dei giovani’


ARGOMENTI: L’eredità