keyboard_arrow_up

Storie Italiane, Maurizio Costanzo commosso: «Pochi erano come lui»

Pubblicato il 15 Novembre 2021 alle 15:22

Nel corso dell’ultima puntata di Storie Italiane, Maurizio Costanzo è intervenuto telefonicamente per commentare la scomparsa di Giampiero Galeazzi.

Storie Italiane, Maurizio Costanzo commosso: «Pochi erano come lui»

Ospite in collegamento telefonico con l’ultima puntata di Storie Italiane, Maurizio Costanzo ha ricordato l’amico e collega Giampiero Galeazzi. Il conduttore si è commosso e ha sottolineato più volte che poche altre persone erano buone come «Bisteccone».

Storie Italiane: Maurizio Costanzo commosso

La puntata di Storie Italiane di lunedì 15 novembre 2021 è stata dedicata soprattutto a Giampiero Galeazzi, morto venerdì scorso a 75 anni. Il giornalista e commentatore sportivo è scomparso a causa di diverse patologie, diabete compreso.

Nel salotto di Eleonora Daniele, sono stati tanti gli ospiti che lo hanno ricordato con affetto. In collegamento telefonico è intervenuto anche Maurizio Costanzo, che non era solo suo collega, ma anche grande amico.

«Era un grande giornalista sportivo, ma principalmente una gran bella persona. Ci sono tanti bravi giornalisti, ma brave persone no. Nel corso del 2010 abbiamo fatto insieme per la Rai i commenti da Piazza di Siena dei campionati mondiali di calcio e ci siamo divertiti molto. In quella occasione siamo diventati amici», ha raccontato Maurizio con la voce rotta.

La camera ardente di Galeazzi, allestita presso il Campidoglio di Roma, è stata presa d’assalto da amici e semplici fan. Le immagini, mostrate da Storie Italiane, dimostrano quanto affetto nutrissero anche le persone comuni per l’indimenticabile «Bisteccone».

Maurizio Costanzo: l’amicizia con Giampiero Galeazzi

Costanzo, commosso, ha raccontato un altro aneddoto su Giampiero. Quando Maurizio ha scoperto che Galeazzi era malato, ha subito chiesto informazioni su di lui, per sincerarsi che fosse tutto vero.

«Appena ho saputo che stava male ho chiesto subito informazioni, in passato aveva partecipato a dei miei programmi, mi feci dare notizie da Simona Rolandi circa un anno e mezzo fa», ha ammesso il conduttore.

Il marito di Maria De Filippi, in un primo momento, non credeva che l’amico e collega stesse tanto male. La realtà dei fatti, però, gli è stata subito chiara. Maurizio, prima di congedarsi da Storie Italiane, ha sottolineato ancora una volta che di uomini come Galeazzi ne nascono pochi.

Non solo a livello umano, Giampiero era speciale anche sul versante professionale. E’ proprio per questo che, non solo Costanzo, ma anche tanti altri personaggi lo hanno ricordato con stima e affetto.