keyboard_arrow_up

Reazione a Catena, non c’è ’pace’ per i Fraintesi, gaffe sul Muro di Berlino

Pubblicato il 20 Settembre 2021 alle 21:34

Nel corso dell’Intesa Vincente, i Fraintesi di Avellino hanno commesso una gaffe!

Reazione a Catena, non c’è ’pace’ per i Fraintesi, gaffe sul Muro di Berlino

Continuano a confermarsi campioni di Reazione a Catena, i Fraintesi. Pietro, Marco e Michele, direttamente da Avellino, hanno fatto dell’Intesa Vincente il loro cavallo di battaglia e grazie alla loro preparazione continuano a macinare successi su successi. Dopo il trionfo della sera precedente, un’altra incredibile puntata li ha rivisti protagonisti. Questa volta a sfidare i campioni campani ci hanno provato i livornesi Marco V, Simone e Mario, chiamati gli Scogli Piatti. Nel corso dell’Intesa Vincente, i Fraintesi sono stati al centro di una confusione tale da portarli a prendere un abbaglio.

Reazione a Catena, gaffe all’Intesa Vincente per i Fraintesi

La prima sessione di giochi, quella che serve principalmente per conquistare un bel montepremi da portare all’ultima fase del game show, ha premiato i nuovi arrivati che sono riusciti a raccogliere il bottino più grosso. Per via dello svantaggio, stavolta la Zot è toccata ai Fraintesi, ma non sono riusciti a cavarsela ed hanno regalato agli avversari i loro 5 secondi di tempo di vantaggio. Purtroppo i ragazzi di Avellino non sono riusciti a collegare Superficiale a Ferita e Leggera (hanno detto Scoperta).

All’Intesa Vincente, Michele, Pietro e Marco non si sono fatti minimamente scalfire dall’handicap temporale e, con 55 secondi a loro disposizione, sono riusciti a infilare la bellezza di venti parole. Durante un raddoppio è stato commesso un grosso errore. Anziché dire Muro di Berlino, Pietro ha detto Muro del Pianto, ma è rimasto giustamente confuso dalla parola Ebrei: ’Cosa - cadde - Ebrei - 1989 - città - Germania’.

Ad ogni modo, per gli Scogli Piatti è stata veramente un’impresa impossibile agguantare i rivali. Alla fine i livornesi si sono arresi a otto parole.

Reazione a Catena, i campioni di Avellino sbagliano all’Ultima Parola: persi 57 mila euro

Alla tredicesima puntata di Reazione a Catena, i Fraintesi si sono presentati alla fase finale con 114 mila euro di montepremi. Tale cifra è stata preservata fino all’Ultima Parola, per poi essere dimezzata con l’acquisto del terzo elemento. Tra Cuore e Mignolo, più le lettere iniziali e finali PA - E, Marco, Pietro e Michele ci hanno pensato un bel po’ prima di dire quella che secondo loro poteva essere la parola dal valore di 57 mila euro.

I tre erano indecisi tra Parte e Parete, ma alla fine hanno optato per Parte. Purtroppo non era questa la parola vincente, bensì Pace. Sfumano così 57 mila euro, ma i campioni potranno ritentare nella sfida successiva, intanto si godono il montepremi 207.064 euro. Leggi anche: Reazione a Catena, i Fraintesi svelano le loro strategie e come spenderanno la somma vinta