keyboard_arrow_up

L’Eredità, Monica perde ancora: ’Olio di gomito e ci riproviamo’

Pubblicato il 20 Aprile 2021 alle 20:58

Ennesima disfatta per la campione de L’Eredità Monica: la professoressa colleziona un’altra sconfitta!

L’Eredità, Monica perde ancora: ’Olio di gomito e ci riproviamo’

Sono diverse settimane che a L’Eredità c’è una nuova campionessa, Monica. Anche se è riuscita molte volte ad aggiudicarsi le chiavi per accedere all’ultimo gioco del game show di Flavio Insinna, almeno per il momento la professoressa non è riuscita a vincere. Anche nella puntata di martedì 20 aprile, Monica si è lasciata sfuggire una ghiotta occasione per intascare la bellezza di 30 mila euro in gettoni d’oro.

L’Eredità, Monica ad un passo dall’eliminazione dallo show

Non c’è alcun dubbio che la professoressa Monica sia molto preparata. Lo stesso Flavio Insinna, alcune puntate fa, era rimasto stupito dall’intelligenza della campionessa definendola ’una delle menti più veloci’ mai avute nello show.

Nell’appuntamento de L’Eredità del 20 aprile, la campionessa ha rischiato di venire eliminata dal gioco. Non essendo riuscita ad indovinare il Parolone, Monica è andata al confronto con un’altra concorrente. Alla fine la professoressa è riuscita ad avere la meglio rispetto all’avversaria, e così è approdata al Triello assieme a Fulvia e Marco.

Monica di nuovo alla Ghigliottina

Con il montepremi di partenza di 120 mila euro, la campionessa del momento ha cercato di preservare tale cifra, purtroppo però l’ha dimezzata un paio di volte raggiungendo la somma di 30 mila euro in gettoni d’oro. Con ’Piega, Contatto, Alzare, Curva, Olio’ la professoressa ci ha pensato a lungo prima di scrivere sulla busta la parola, a suo dire, vincente.

Stasera sono mediamente fiduciosa, perché con almeno tre si dovrebbe incastrare’ ha detto Monica prima di rivelare la sua parola: ’Livello’. ’Al massimo il livello lo posso abbassare’ ha detto il conduttore de L’Eredità quando la campionessa ha terminato le sue spiegazioni. ’Questo è il livello di contatto che ci è rimasto per ora’ ha aggiunto Insinna facendo segno con il braccio per indicare il saluto gomito a gomito. La parola del 20 aprile non era ’Livello’ bensì ’Gomito’. ’Non molliamo, olio di gomito e ci riproviamo’ ha esclamato il conduttore lasciando la linea al Tg1.


ARGOMENTI: L’eredità