keyboard_arrow_up

Eurovision Song Contest 2021, vincono i Maneskin con Zitti e buoni: l’Italia ospiterà l’ESC 2022

Pubblicato il 23 Maggio 2021 alle 11:50

L’Eurovision Song Contest 2021 vede trionfare i Maneskin con Zitti e buoni, dopo la vittoria della band rock a Sanremo 2021: ecco cosa accade in Italia

Eurovision Song Contest 2021, vincono i Maneskin con Zitti e buoni: l’Italia ospiterà l’ESC 2022

Il trionfo dei Maneskin conseguito con il brano vincitore di Sanremo 2021, Zitti e buoni, all’Eurovision Song Contest 2021 può dirsi una vittoria per l’Italia intera, che nel 2022 quindi potrà ospitare la nota manifestazione musicale dell’Eurofestival. Intanto ha il via il totonomi per la città italiana che potrebbe ospitare l’evento ESC 2022 e anche sul papabile volto tv timoniere dello stesso, tra cui spunta l’ex conduttore di X factor, Alessandro Cattelan.

Da Sanremo 2021 all’Eurovision 2021: vincono i Maneskin

"Volevamo dire soltanto una cosa all’Europa intera e al mondo intero! Il rock non morirà mai!", è il grido che ha lanciato il leader del gruppo glam-rock capitolino Maneskin, Damiano, sul palco dell’Eurovision 2021. al momento della decretazione della vittoria che ha consacrato l’Italia come campionessa d’Europa.

Sul palco del «grand final» dell’Eurovision 2021, tenutosi il 22 maggio 2021 all’Ahoy Arena di Rotterdam, i Maneskin si sono esibiti con il brano vincitore di Sanremo 2021, dal titolo Zitti e buoni, che nel corso del gran finale dell’Esc si è aggiudicato anche il premio Eurostory Best Lyrics Award 2021 come il miglior testo della competizione. Grazie ai Maneskin e al loro glam-rock , che ha fatto da padrone sul palco dell’Esc 2021, quindi, l’Italia vince la possibilità di poter ospitare in casa la competizione canora nel 2022. Non a caso in rete, in queste ore, è partito il totonomi sia sulla città italiana che potrebbe ospitare l’Eurofestival che sul conduttore tv che potrebbe presentarlo.

Tra le città che potrebbero ospitare l’evento, spicca il nome di Torino, già menzionata tra le città italiane favorite dal vice direttore di Rai Uno, Claudio Fasulo, che ancor prima che i Maneskin si esibissero al gran final, ha dichiarato ai media: “Riguardo la leggenda metropolitana della Rai che spera di non vincere l’ESC, la risposta è negativa. Noi speriamo di vincere, come si fa in tutte le competizioni. A noi piacerebbe molto ospitare il più grande evento musicale del mondo. Saremmo orgogliosi di farlo tra le nostre mura tricolori.

Durante l’anno in cui Francesco Gabbani fu il favorito, prima di andare a Kiev, organizzammo un paio di riunioni in caso di una sua vittoria. La migliore ipotesi fu Torino. Non so se possa essere la migliore ipotesi anche oggi”.. Tra i papabili conduttori dell’evento, potrebbe invece avere la meglio Alessandro Cattelan, reduce dalla conduzione di X factor, e/o Amadeus, reduce da un biennio alla conduzione di Sanremo.

A supportare i Maneskin, oltre i fan nel mondo che hanno votato attraverso il televoto il gruppo capitolino per il gran final, sono stati in primis diversi colleghi nostrani sui social, tra i quali spiccano i nomi di Cristina D’Avena, Gigi D’Alessio e Vasco Rossi. In queste ore, inoltre, i Maneskin hanno rotto il silenzio via social sulla vittoria appena conseguita, attraverso un tweet per i fan: "Il rock non muore mai, stanotte abbiamo fatto la storia. Vi amiamo".