keyboard_arrow_up

Don Matteo 13, l’addio di Terence Hill: «Grazie per la dedizione e fedeltà»

Pubblicato il 21 Settembre 2021 alle 16:30

Terence Hill ha finito di girare le scene di Don Matteo 13 e ha lasciato il set. La Lux Vide e Rai Fiction lo hanno ringraziato pubblicamente.

Don Matteo 13, l’addio di Terence Hill: «Grazie per la dedizione e fedeltà»

Dopo 20 anni e oltre 250 episodi, Terence Hill si è congedato da Don Matteo. L’attore ha finito di registrare le scene della tredicesima stagione e ha lasciato il set al successore Raoul Bova. La Lux Vide e Rai Fiction hanno pubblicamente ringraziato l’interprete.

Don Matteo 13: l’addio di Terence Hill

Terence Hill ha lasciato il set di Don Matteo 13, dove ha girato le ultime scene che riguardavano il suo personaggio. «Signore e signori, Terence Hill ha finito le riprese di Don Matteo!», ha annunciato il produttore Luca Bernabei all’ultimo ciack.

L’attore, dopo aver girato più di 250 episodi e trascorso 20 anni con l’abito talare, lascia il posto a Raoul Bova, che irromperà in parrocchia sempre nei panni di un religioso.

L’addio di Terence da Don Matteo è stato celebrato sul set a Spoleto, dove in tanti si sono commossi. Abbracci tra Hill, Bernabei, Nino Frassica e tutti gli altri attori e operatori, ma anche chiari messaggi di ringraziamento.

«Grazie a Terence Hill per la dedizione e la fedeltà con cui ha prestato il suo ‘Mito’ ad un personaggio che è entrato per 20 anni con gentilezza nelle case di tutti gli italiani, dando sempre una parola di speranza. Grazie per l’umiltà con cui lui stesso ha sempre ringraziato tutti per il lavoro fatto in questi 20 anni, segno della grandezza della sua persona. Un uomo intelligente che ha sempre messo al centro il lavoro di squadra e il suo amore per Don Matteo. (...) E’ stato come un grande padre che in questi anni ci ha permesso di crescere e di sbagliare… perché con il suo mito ci proteggeva e ci permetteva di avere sempre l’affetto del pubblico», ha dichiarato la produzione di Don Matteo.

Terence lascia Don Matteo tra sorrisi e lacrime

Hill, davanti a tante dimostrazioni d’affetto e parole ricche di stima, è apparso molto emozionato. E’ stata una sua scelta, come più volte ha sottolineato, ma non può fare a meno di provare una grande tristezza.

Sarà sostituito da Don Massimo, ma il caro Don Matteo resterà nel cuore di tutti i telespettatori che, negli ultimi 20 anni, hanno seguito le sue avventure. Luca Bernabei, non a caso, ha dichiarato:

"È vero, Terence ci lascia, ma vogliamo interpretare questa frase non in senso negativo ma anche e soprattutto in senso positivo. Vogliamo pensare all’eredità che Terence ci lascia in termini appunto di dedizione, fedeltà e soprattutto di amore per Don Matteo e per tutti i telespettatori che in questi 20 anni ci hanno seguito. Oggi dobbiamo essere all’altezza del mito che non ci lascia ma come un padre ci guarda da lontano e ci osserva crescere. Consapevoli dell’eredità di Terence, abbiamo il dovere di impegnarci ancora di più e di portarla avanti con la massima dedizione e responsabilità. (...) A lui vogliamo dire ancora una volta… Grazie”.

Raoul Bova ha un compito difficile, se non difficilissimo: far sì che i telespettatori non rimpiangano il collega. Leggi anche Don Matteo: Terence Hill «orgoglioso» di Raoul Bova


ARGOMENTI: Don Matteo