keyboard_arrow_up

C’è posta per te: la commovente storia di Cristina e Patrizio

Pubblicato il 27 Febbraio 2021 alle 22:15

La prima storia di C’è posta per te del 27 febbraio 2021 è quella di Cristina e Patrizio e la sorpresa è il grandissimo Gerry Scotti.

C’è posta per te: la commovente storia di Cristina e Patrizio

L’ultima puntata di C’è posta per te, in onda sabato 27 febbraio 2021, ha aperto i battenti con la storia di Cristina e Patrizio. E’ lei a chiamare il programma di Maria De Filippi e a chiedere di avere come sorpresa Gerry Scotti.

C’è posta per te: la storia di Cristina e Patrizio

Cristina e Patrizio si sono conosciuti quando lei aveva soltanto 17 anni e lui 18. Sono andati a convivere poco dopo a casa dei genitori di lei: vivevano in 6 dentro un appartamento di 40 mq.

Quando hanno scoperto di essere in dolce attesa hanno deciso di andare a vivere in una vecchia casa che il padre di lui gli aveva lasciato. Hanno fatto di tutto per renderla vivibile, ma con pochi soldi era difficile se non impossibile. C’è stato un momento in cui non avevano nulla da mangiare, se non un piatto di minestrina per la figlia Ludovica.

Dopo aver vissuto un terribile aborto spontaneo, Cristina e Patrizio sono diventati genitori del piccolo Alessandro. Lei, negli ultimi anni, è stata intrattabile e ha anche affrontato la depressione. E’ per questo che la ragazza ha scritto a C’è posta per te e ha chiesto un grande regalo per il suo dolce compagno: Gerry Scotti.

Con questa sorpresa vuole promettere al padre dei suoi figli che si sposeranno e che lei cercherà di essere meno «pesantona» e soprattutto più amorevole.

La sorpresa di Gerry Scotti

Quando Patrizio ha visto scendere Gerry Scotti dalla scalinata centrale di C’è posta per te i suoi occhi si sono illuminati. Il conduttore di Chi vuol essere milionario è uno dei suoi personaggi preferiti e gli ha reso meno amari gli ultimi anni.

Lo zio Gerry, con la sua innata simpatia, è riuscito a strappare tante risate, sia ai protagonisti della storia che al pubblico.

Ha regalato ai protagonisti della storia due «apette» della scuderia di Piero di Tu Si Que Vales, due telefoni cellulari di ultima generazione e una somma di denaro, affinché «il carrello della spesa sia sempre pieno come piace a voi».

"Con i vostri vent’anni siete meravigliosi" li ha salutati lo zio Gerry.


ARGOMENTI: C’è posta per te