keyboard_arrow_up

Finale Dark: riassunto dell’ultima puntata

Pubblicato il 7 Luglio 2020 alle 16:57

da Serena Bernardelli

La serie TV tedesca è ormai giunta al suo finale, e la confusione è ancora tanta. Andiamo quindi a vedere il riassunto dell’ultima punata.

Finale Dark: riassunto dell’ultima puntata

La serie TV Dark è ormai giunta al termine e il finale ha stregato e convinto quasi tutti i fan di questo telefilm tedesco. Essendo una storia molto complicata, forse avere un riassunto completo dell’ultima puntata potrà esserci d’aiuto per comprendere fino in fondo quanto visto.
Ovviamente, ma è bene ripeterlo, questo articolo contiene spoiler, dunque se ancora non hai finito di vedere Dark e non vuoi rovinarti la sorpresa ti consiglio di fermarti qui.
Se invece sei arrivato all’ultima puntata e vuoi leggere un riassunto completo, eccoci pronti.
Dopo due stagioni molto complesse in cui abbiamo assistito a viaggi nel tempo, sospensioni temporali ed esplosioni nucleari, siamo finalmente giunti al momento della verità e con questa terza stagione tutte le domande hanno trovato una risposta.
Stando alle prime due stagioni non potevamo che aspettarci una trama esternamente complessa e ricca di colpi di scena e così è stato.

Ma andiamo a vedere più nel dettaglio il riassunto dell’ultima puntata di Dark e cosa succede nel finale di stagione di questa serie TV tedesca.

Cosa succede nel finale di Dark?

Ma cosa succede nel finale di Dark? Facciamoci due brevi calcoli: abbiamo due linee temporali diverse e ben tre mondi, due dei quali non sarebbero mai dovuti esistere e che sono regolari dalla formula il principio è la fine, dunque tutto ciò che vediamo si ripete in un loop infinito.
Il terzo mondo è invece quello originale, il mondo reale, dove però i protagonisti che tanto amiamo e a cui ci siamo affezionati non esisterebbero.
Ma come hanno fatto a generarsi questi due mondi?
Ad aver creato i due mondi, uno che fa capo ad Adam e l’altro ad Eva, è stato l’orologiaio Tannhaus che ha costruito una macchina del tempo nel 1986, per tornare indietro nel tempo ed impedire l’incidente che gli ha portato via figlio, nipotina e nuora. Quello che credevamo fosse l’apocalisse era in realtà il momento della creazione dei due mondi paralleli e nell’ultima puntata Jonas e Martha (futuri Adamo ed Eva) hanno il compito di entrare nel mondo reale, approfittando della sospensione di tempo che si genera nel momento in cui avviene l’esplosione e impedire l’incidente.
In questo modo i due mondo alternativi non si verranno mai a creare e tutte le sofferenze si dissolveranno proprio come i corpi dei nostri personaggi. Chiunque è collegato all’albero genealogico di Adamo ed Eva scomparirà per sempre dal mondo reale.
Ovviamente i due protagonisti riescono nel loro intento, ma la frase l’inizio è la fine e la fine è l’inizio continua a rimbombare nelle orecchie degli spettatori. Infatti nell’ultima scena vediamo Katharina, Hannah e Regina sedute insieme ad un tavolo con Peter, con Bernadette, e Wollern, che in questa scena finale sembra essere il compagno di Hanna che è incinta.
All’improvviso va via la luce e quest’ultima dice di aver avuto un déjà-vu e di aver sognato l’Apocalisse e quando le viene chiesto come si chiamerà il bambino lei risponde: “Ho sempre pensato che Jonas fosse un bel nome,” anche se non dovrebbe essere lo Jonas che conosciamo. Ma rimane comunque qualche dubbio su questo finale così enigmatico.

Guarda il trailer della terza stagione: