keyboard_arrow_up

Twin Peaks 4 si farà? La risposta di Showtime e la speranza dei fan

Pubblicato il 4 Settembre 2017 alle 14:38

da Luca Secondino

Twin Peaks 4? Questa è la domanda che si pongono i fan della serie cult di David Lynch. La quarta stagione si farà? La risposta non è così scontata e diversi fattori determineranno se ci sarà un futuro per la storia.

Twin Peaks 4 si farà? La risposta di Showtime e la speranza dei fan

Twin Peaks 4 si farà? Sono tanti gli appassionati in tutto il mondo che se lo stanno chiedendo così come per oltre vent’anni si sono domandati se ci sarebbe stata la tanto attesa terza stagione. Ora che è arrivata ed è terminata, il pubblico spera di trovare la risposta a tutte le domande poste nel 1991 e a quelle aggiunte nel 2017. Se così non fosse, la speranza è quella di avere una quarta stagione a cui appigliarsi.

Se anche i 18 nuovi episodi dovessero concludersi con finale aperto, sarà più che lecita la domanda dei fan di Lynch circa un eventuale Twin Peaks 4. E se si farà, ci sarà da aspettare altri 25 anni? Chi conosce l’universo della cittadina di Twin Peaks e anche l’universo del cineasta, sa che non c’è nulla da escludere e che le sorprese non mancano mai.

Tuttavia, ad oggi, a frenare gli entusiasmi circa una quarta stagione di Twin Peaks, ci ha già pensato l’emittente Showtime, dove da maggio è andata in onda in contemporanea con Sky la terza stagione.

Twin Peaks 4 si farà? Per Showtime è un “No”, ma...

Intervistato da Deadline il presidente di Showtime, ha così risposto alla domanda circa la possibilità di Twin Peaks 4:

Si è sempre voluto che fosse una sola stagione”.

Un’affermazione che smorza l’entusiasmo degli appassionati che è stata comunque mitigata dal capo della programmazione, il quale non ha voluto escludere a priori la disponibilità del network nei confronti di un maestro del cinema come Lynch.

Twin Peaks 4: perché no?

Il primo fattore determinante a far accantonare l’idea di una quarta stagione è costituito dall’interesse del pubblico. Il successo della terza stagione è stato tanto, ma non quanto forse si aspettava l’emittente televisiva statunitense. A determinare i numeri inferiori rispetto alle due stagioni di 25 anni fa e alle previsioni, dopo un’abbondante campagna pubblicitaria, è stata in primis la decisione di diffondere la stagione su un canale a pagamento, e in secondo luogo il fenomeno dello streaming illegale, che nel 1991 non esisteva e che oggi è un sistema molto diffuso per seguire le serie TV in onda sulla paytv.

Questo potrebbe non convincere Showtime a dare disponibilità per un’eventuale quarta stagione e scoraggerebbe anche altri canali intenzionati ad ospitare un domani la creatività di David Lynch e Mark Frost.

Twin Peaks 4: perché sì?

La combo tra paytv e streaming illegale non ha però sminuito il fascino e il valore di un prodotto incredibile, soprattutto per quella grandissima fetta di pubblico rimasta folgorata dalle prime due stagioni e dal film prequel Fuoco Cammina con Me. Nonostante David Lynch abbia adeguato il prodotto a canoni moderni, è riuscito comunque a preservare il mistero, l’attesa e il linguaggio tipici del suo cinema e del vecchio Twin Peaks del 1991.

Quindi prima di disperare su un’eventuale quarta stagione, bisogna prendere in considerazione questi fattori:

  • Non è detto che un “Non si farà” detto oggi, non possa diventare tra qualche anno “Twin Peaks 4 si farà”, come è già accaduto, anche se dovessero servire altri 25 anni di attesa.
  • Infine Showtime non è l’unica emittente a disposizione e inoltre, una volta esauriti i termini del contratto che legano i creativi al canale, la coppia Frost e Lynch potrebbe tentare anche con Netflix, il fenomeno in ascesa, pur garantendosi una diffusione settimanale dei contenuti.