keyboard_arrow_up

Maximilian – Il gioco del potere e dell’amore: anticipazioni seconda puntata

Pubblicato il 8 Agosto 2019 alle 10:47

da Ilaria Roncone

Stasera su Rai 3 va in onda la seconda delle due puntate della miniserie Maximilian – Il gioco del potere. Vediamo insieme le anticipazioni.

Maximilian – Il gioco del potere e dell’amore: anticipazioni seconda puntata

Maximilian – Il gioco del potere e dell’amore è un dramma storico, una miniserie di due puntate in tutto che parla di un delicato momento storico, precisamente un periodo a cavallo tra 1400 e 1500 in cui la duchessa Maria di Borgogna sposa Massimiliano d’Asburgo nonostante le pressioni del trono di Francia. Gli intrighi internazionali non mancano sicuri, quindi, e stasera in prima serata va in onda la seconda delle due puntate. Il cast vede la presenza di nomi quali Christa Theret, Jannis Niewhoner e Jean-Hughes Anglade. Vediamo le anticipazioni.

Maximilian – Il gioco del potere e dell’amore anticipazioni 8 agosto

1477: Carlo il temerario, duca di Borgogna, muore e, per forza di cose, al trono deve salire la sua unica figlia Maria. La legge del tempo, però, vieta a una donna di governare da sola e proprio per questo la giovane si vede costretta al matrimonio. Maria comincia sin da subito a subire numerose pressioni: da un lato dovrebbe sposare l’erede al trono di Francia e dall’altra il figlio dell’imprenditore austriaco Federico III, Massimiliano. Alla fine Maria decide di sposare quest’ultimo e il matrimonio viene celebrato per procura, con che Polheim rappresenta l’arciduca. Passato poco giungono a corte de Commynes e Franchois Coppenhole, i quali vogliono che il matrimonio venga annullato e che la donna raggiunga il Delfino di Francia alla frontiera per sposarsi con lui. Polheim però reagisce e ferisce Franchois. Una volta appresa la notizia Luigi XI viene preso dall’ira e ordina a Commynes di fare leva sui borghesi di Gand perché si ribellino contro Maria e Massimiliano. Le Daim e De Commynes vengono incaricati dal re di uccidere Massimiliano, il quale capisce che la sola cosa da fare è muovere guerra contro la Francia.
Non avendo denaro sufficiente, Massimiliano domanda un prestito al mercante Ulrich Fugger del Giglio. Passato qualche momento di perplessità, il prestito viene accordato e anche i borghesi di Gand si vedono costretti a cedere di fronte a Massimiliano e a contribuire. In tutto questo, nel frattempo, tra Maria e Massimiliano nasce realmente un sentimento profondo e la donna da alla luce un bambino. Nel corso della cerimonia di battesimo Massimiliano viene ferito da Le Daim, che riesce a fuggire. La ferita non è grave e l’uomo recupera le forze in breve tempo. Insieme al fido Polheim, alla testa di un esercito di mercenari e contadini, Massimiliano sfida a viso aperto l’armata francese che, nonostante la forte superiorità numerica, si trova a soccombere. La gioia per la vincita, però, perdono ben presto valore per via della morte di Maria, causata da una banale caduta da cavallo.