keyboard_arrow_up

Anticipazioni Report, 20 novembre: in Veneto scandalo sul Prosecco

Pubblicato il 20 Novembre 2017 alle 16:21

da Luca Secondino

Scopriamo di cosa si occuperà la puntata di Report di oggi, lunedì 20 novembre, in onda alle 21.15 su Rai 3.

Anticipazioni Report, 20 novembre: in Veneto scandalo sul Prosecco

Report, anticipazioni 20 novembre: scopriamo di cosa si occuperanno i servizi in questa puntata, come sempre guidata da Sigfrido Ranucci.

Tra i servizi principali, si torna a parlare di flussi migratori dalla Libia; la seconda inchiesta ci porta in Veneto e Friuli Venezia Giulia, e riguarda il Prosecco, la cui domanda è salita e i cui affari possono portare danno agli abitanti locali, specialmente quando i potenti pesticidi arrivano in zone abitate. Infine si parla di polveri sottili domestiche, derivanti da stufe e caminetti.

Anticipazioni Report, 20 novembre

Migranti

Il primo servizio, firmato da Claudia Di Pasquale, riguarda i flussi migratori provenienti dalla Libia verso l’Italia: dal 2011 sono 700mila i migranti approdati sulle nostre coste, e se la situazione dall’estate sembrava essersi calmata, in realtà negli ultimi giorni è tornata ad essere drammatica. Il servizio vuole rispondere alle domande che ruotano attorno al traffico di esseri umani, soprattutto guardando il ruolo delle Ong, che negli ultimi giorni sono state al centro della polemica.

Prosecco in Veneto e Friuli Venezia Giulia

Il secondo servizio della serata, firmato da Bernardo Iovene, riguarda il Prosecco: il vino spumante più venduto al mondo, vive un momento d’oro. Lo scorso anno Report era già passata nelle regioni del nord che lo producono e oggi si guardano le conseguenze di una domanda cresciuta oltre l’offerta. Gli ettari destinati alla vite sono aumentati a dismisura negli ultimi anni, arrivando a toccare campi sportivi e zone residenziali. Il problema è che i forti pesticidi creano problemi agli abitanti del posto.

Recatosi nelle zone interessate, il giornalista ha intervistato i rispettivi governatori regionali Luca Zaia, e Debora Serracchiani, che invece non ha risposto alle domande.

Polveri sottili domestiche

La terza inchiesta riguarda le polveri sottili che possono scaturire da stufe e caminetti domestici, di stretta attualità ora che arriva l’inverno. A cura di Antonella Cignarale, il servizio punta l’attenzione sulle differenze tra un caminetto tradizionale aperto e una stufa ad alto rendimento energetico in riferimento all’uso della legna e in proporzione alle polveri da inquinamento delle automobili.