keyboard_arrow_up

The End of the F***ing World: trama e cast della nuova serie Netflix

Pubblicato il 15 Gennaio 2018 alle 15:46

da Sara Tamisari

The End of the F***ing World è la nuova serie prodotta da Netflix ed è un teen drama fresco, nuovo e dagli spunti interessanti. Ecco la trama e il cast.

The End of the F***ing World: trama e cast della nuova serie Netflix

Tra i suoi vari prodotti originali, Netflix ha lanciato una nuova serie ovvero The end of the F***ing World. Un teen drama di otto puntate da venti minuti che si è rivelato essere coinvolgente e originale andando a scavalcare tutte le altre serie dello stesso tipo.

Vediamone insieme la trama, il cast e quali sono quelle particolarità che rendono The End of the F***ing World un telefilm unico nel suo genere.

Netflix: The End of the F***ing World: trama

Ultimamente Netflix era andata un po’ a perdersi, la qualità dei suoi prodotti era radicalmente scesa, soprattutto dopo Bright, film con Will Smith che ha suscitato tante critiche da essere etichettato dai più come completa perdita di tempo per quanto gli spunti iniziali fossero quasi geniali.
Andando avanti così, i prodotti originali Netflix stavano perdendo credibilità, nonostante fossero partiti con il botto.

Netflix sta quindi cercando di riprendersi, ma non è facile dopo aver prodotto serie come Orange is the New Black, Stranger Things, Atypical e Sense 8 per citarne alcuni. Netflix doveva puntare a qualcosa di nuovo, qualcosa di non visto che non scadesse nella prevedibilità.

Dopo aver affrontato con successo temi quali l’autismo, il suicidio (Tredici), il bullismo asolescenziale e l’anoressia (Fino all’Osso), Netflix ha tirato fuori un altro tema evitato dai più e ha cercato di svilupparlo come meglio ha potuto.

La trama di The End of the F***ing World vede infatti come protagonista un diciassettenne che crede di essere psicopatico. Totalmente cosciente del proprio essere, James, questo il suo nome, si rende conto di non essere un normale adolescente.
Sin da piccolo infatti sapeva di non riuscire a provare emozioni, niente lo faceva ridere o piangere e ha sviluppato crescendo un certo gusto sadico verso gli altri esseri viventi. Per la precisione, ciò che gli provoca un piacere perverso, è l’uccisione degli animali.

The End of the F***ing World inizia proprio così, con una presentazione del protagonista che ammette di provare piacere nell’uccidere gli animali e svela immediatamente la sua intenzione di passare a qualcosa di più grande: commettere il suo primo omicidio.

Come co-protagonista James troverà Alyssa, una sua coetanea con manie ninfomani e un caratterino che la porta a ribellarsi davanti a qualunque persona. Una volta conosciuta Alyssa, James decide che potrebbe essere lei la sua prima vittima, comincia così ad architettare il suo piano per poter provare finalmente il piacere di uccidere una persona.

La serie, dai risvolti comici che sfiorano la commedia nera, si sviluppa attorno ai due protagonisti che in un modo o nell’altro trovano una certa sintonia spesso unilaterale. La trama vuole raccontare le loro avventure senza tralasciare il loro passato facendo pian piano capire allo spettatore quale sia il vero motivo degli atteggiamenti aggressivi e inquietanti dei due adolescenti.

The End of the F***ing World parte come commedia grottesca per trovare dei risvolti, durante il suo sviluppo, che vanno a inserirsi in un contesto più grande e serio analizzando per filo a per segno la psicologia dei due protagonisti e facendo capire allo spettatore come quei due ragazzi siano cresciuti in quel modo e che cosa li ha portati a formulare determinati pensieri e a reprimere le proprie emozioni.

Il tema portante, oltre al disagio sociale che entrambi provano, è il trauma. Uno o più traumi che possono rimanere attaccati alla coscienza dell’individuo portandolo quindi a un cambiamento radicale che gli impedisce di rapportarsi come una persona equilibrata e andando a scadere in uno squilibrio mentale che potrebbe costar loro la vita.

Netflix: The End of the F***ing World: cast

All’interno del cast vi sono molti volti noti, attori che hanno già preso parte ad alcune serie originali Netflix oppure sono comparsi in altri film o serie tv.

Iniziando dal protagonista, James interpretato da Alex Lawther, nato nel 1995, conosciuto anche per aver interpretato magistralmente Kenny, protagonista della terza puntata della terza stagione di Black Mirror: Zitto e Balla. Alex ha anche preso parte al film The Imitation Game al fianco di Benedict Cumberbatch.

Alyssa, co-protagonista della serie è invece interpretata da una bravissima Jessica Barden, nata nel 1992 che ha già preso parte a serie tv come Penny Dreadful e Mamma e Papà sono Alieni.

Nel ruolo della poliziotta buona (letteralmente) troviamo invece un altro volto noto a tutti i fan de Il Trono di Spade, lo interpreta infatti Gemma Whelan che impersona Asha Greyjoy, sorella di Theon. Gemma ha preso parte anche alla più recente serie Netflix The Crown.

In ultimo, nel ruolo della poliziotta cattiva (sempre letteralmente) Wunmi Mosaku, già conosciuta per aver recitato in Philomena e in serie tv come Law & Order Uk e Fearless.